Tutto è bene ciò che finisce bene

La formazione Primavera sconfigge il Porto S.Elpidio
25 ottobre 2010 / PRIMAVERA
Tutto è bene ciò che finisce bene

Una Grifo cinica e solida batte di misura il Porto Sant’Elpidio e porta a casa i primi 3 punti di questa stagione, pur non brillando. E’ questa la sintesi di una partita giocata al di sotto delle proprie possibilità dalle ragazze di mister Sciurpa. Le grifoncelle infatti, dopo un convincente precampionato durato addirittura due mesi, hanno pagato lo scotto dell’esordio ufficiale, contro un Porto Sant’Elpidio che si è dimostrato da subito una squadra quadrata e tosta in tutte le sue componenti. L’avvio è quindi di marca bianconera, con almeno tre palle gol nitide sprecate, grazie anche ad un paio di interventi dell’estremo difensore biancorosso Pallucco, oggi sugli scudi. La Grifo reagisce a tratti, e sbaglia anche un gol da pochi passi con Roccaforte che sola davanti al portiere ospite colpisce debolmente l’esterno della rete. Ma sarebbe stato veramente troppo… Il primo tempo si chiude quindi sullo 0 a 0, con una predominanza territoriale ospite. Nella seconda frazione la Grifo rientra in campo più determinata e grintosa, lasciando negli spogliatoi uno spuntato fioretto, ed imbracciando la spada. La seconda frazione scorre in equilibrio, ma la Grifo non subisce mai gli attacchi delle ospiti, grazie ad una difesa attenta in tutti le sue componenti, ed anzi contrattacca colpo su colpo, sbagliando anche un paio di occasioni con Annalisa Lorenzini. La partita sembra avviarsi sullo 0 a 0, quando da uno spunto di una caparbia Nicole Ricci, la palla giunge a Giulia Fiorucci che con un controllo di petto si libera del suo diretto marcatore e con una bordata di collopieno batte il portiere: 1-0! La Grifo si difende con ordine fino al termine della gara, grazie anche alla superiorità numerica dovuta ad un brutto incidente capitato ad una ragazza del P.S.E. che è stata trasportata in ospedale dall’ambulanza per un trauma cervicale, rivelatosi fortunatamente meno grave del previsto poi in tarda serata. Al 90′ a far festa (in modo composto per rispetto della ragazza in ambulanza a fine gara) sono quindi le grifoncelle, che hanno saputo soffrire e portare dalla propria parte una partita difficile, in cui non sono state capaci di far emergere le proprie qualità tecniche, che di sicuro non mancano. Sta ora al mister insieme alle ragazze cercare in settimana di portare i correttivi giusti, consapevoli che questa squadra sa vincere anche in una giornata non esaltante, una delle doti più importanti in questo sport. Se son rose..

GRIFO PERUGIA: Pallucco; Barcaccia, Ferretti, Checchè, Catanossi (37’st Pellicoro); Meloni, Brischi (32’st Segna); Roccaforte (32’st Ricci N.), Grasselli (1’st Di Fiore), Lorenzini; Fiorucci.
A Disp: Liberatore, Biscarini. All. Sciurpa.
Reti: 35’st Fiorucci
Note: Spettatori 80 circa; Al 31’st ingresso dell’ambulanza per un infortunio al n.4 ospite.