Due sberle al Napoli

Doppietta di Pugnali e fieno in cascina
19 ottobre 2010 / PRIMA SQUADRA
Due sberle al Napoli

Una doppietta della guizzante Pugnali regala alla Grifo la prima vittoria stagionale, tre punti limpidi e meritati, frutto di una prestazione determinata e più che positiva. Nel primo tempo regna un sostanziale equilibrio con le perugine che partono un po’ contratte e il Napoli che azzarda una certa supremazia territoriale. E’ solo un’insicurezza iniziale, dovuta forse alla pressione per l’importanza di un risultato che, seppur solamente alla terza giornata, iniziava già ad essere decisivo. Con un paio di punizioni laterali le padrone di casa si fanno subito vedere dalle parti di Monsignori, ma intono alla mezz’ora vengono fuori le maggiori doti tecniche delle ospiti. La prima grande occasione è nei piedi di Azzurra Principi che controlla bene un assist della Pugnali, elude l’intervento del proprio marcatore ma il suo mancino è troppo centrale. Al 40’ l’equilibrio si spezza definitivamente. Una palla recuperata sulla trequarti finisce sui piedi di Pederzoli che inventa un lob per lo scatto della Pugnali che in diagonale di sinistro batte l’incolpevole Pignagnoli. Si va al riposo con uno 0 a 1 convincente ma che non permette di abbassare la guardia. Così non sarà infatti e la ripresa è un monologo biancorosso. Il dominio è testimoniato da un paio di colpi di testa pericolosi di Natalizi e Saravalle su azione di calcio d’angolo e un delizioso filtrante di Principi per la solita Pugnali respinto sulla linea a portiere battuto, il raddoppio non arriva. Così a 15 minuti dalla fine un brivido attraversa la schiena di mister Scapicchi. Lecce calcia una punizione dal limite, la palla si infrange sulla barriera dando la percezione di un tocco di mani. Per l’arbitro non è nulla, timide le proteste napoletane e perugine che tirano un sospiro di sollievo. A dieci minuti dalla fine arriva il meritato e agognato 0 a 2 ad opera della solita Pugnali che mette il turbo sulla destra, conclude ignorando la libera Principi e batte con l’aiuto del palo l’estremo difensore partenopeo. Ci sarebbe spazio anche per il terzo gol ma Principi, dopo aver dribblato il portiere con un controllo volante, si divora la più facile delle occasioni spedendo a lato. Vittoria bella e importante, non solo in chiave classifica ma soprattutto  in quella psicologica, le grifoncelle si sono ritrovate scoprendo finalmente il loro reale valore ed ora, con la settimana di pausa, si potrà lavorare con la massima serenità preparando al meglio i prossimi impegni di campionato.

Carpisa Yamamay Napoli – Perugia 0-2
Carpisa Yamamay Napoli: Pignagnoli, Rapuano (63’ Vitale), Catapano, Fontanella, Avvisato, Di Marino, Esposito, Taddeo (46’ Strisciante), Schioppo, Lecce (75’ Diodato), Pirone. A disp.: Scermino, Avolio, Bentivoglio, D’Anna. All. Curcio
Grifo Perugia (4-3-1-2): Monsignori; Parise, Saravalle, Bordellini, Cianci; Natalizi, Fiorucci, Santacroce (62’ Maddaleni); Pederzoli (70’ Roversi); Pugnali (80’ Spapperi), Principi. A disp.: Iorio, Bianchi, Lorenzini, Marchesi. All. Scapicchi
Marcatori: 40’ e 79’ Pugnali

Note: Ammoniti: Fiorucci, Pugnali, Maddaleni, Saravalle (GP).