La Grifo Perugia riparte dalla continuità

La società biancorossa ha confermato quasi in blocco la rosa della passata stagione. La presidente Roscini: “Orgogliosa della crescita delle ragazze. Vogliamo il terzo posto”
2 agosto 2017 / NEWS
La Grifo Perugia riparte dalla continuità

La riforma dei campionati costringe la Grifo Perugia a puntare davvero molto in alto nel campionato di Serie B 2017/2018. Per mantenere la seconda categoria nazionale, le biancorosse dovranno classificare almeno nel gradino più basso del podio, migliorando così il sesto posto dello scorso anno. E la società presieduta da Valentina Roscini cercherà di farlo attraverso la ricetta della continuità. La numero uno del sodalizio perugino di calcio femminile annuncia infatti che la rosa sarà pressoché confermata quasi in toto:

“Ripartiremo dallo stesso gruppo di ragazze dello scorso anno, proseguendo quel cammino di crescita che ci auguriamo possa portarci a mantenere la serie B. Come ogni anno si attingerà dalla Primavera, dalla quale saliranno in prima squadra almeno tre ragazze. L’unica che se andrà sarà molto probabilmente Federica Giovannucci che vestirà la casacca di una squadra del ternano. Per il resto, dopo aver dato continuità con la conferma del tecnico Belia e dello staff tecnico, volgiamo fare la stessa cosa con le nostre atlete. Certo, bisognerà dimostrare di aver fatto sensibilmente un passo avanti rispetto alla scorsa stagione: certe distrazioni non possiamo più concedercele.”

Rinnovata anche la partnership con l’AC Perugia Calcio, dopo gli ottimi risultati che la collaborazione fra i due sodalizi ha evidenziato nella passata stagione. Referente principale di questa sinergia sarà Vania Peverini, tecnico della Primavera della Grifo Perugia:

“Sono felice di aver rinnovato questa partnership – ammette Valentina Roscini – perché sono sicura che insieme potremo crescere a vicenda. Il fatto che il Perugia gestisca una scuola calcio femminile dove le giovanissime atlete vengano avviate alla pratica calcistica, ritengo sia una cosa molto importante per una società professionistica. Dopo un anno dall’avvio di questo progetto, già una ragazzina entrerà a far parte delle squadre giovanili della Grifo Perugia. Credo che questo modo di lavorare possa fare solo bene al movimento calcistico femminile.”