Una Grifo ‘cuore e lotta’ non riesce a fermare la capolista Florentia

I gol di Ceccarelli e Tuteri non bastano: le fiorentine passano 3-2. Il tecnico Belia: "Gran prestazione, peccato per il risultato"
7 gennaio 2018 / PRIMA SQUADRA
Una Grifo ‘cuore e lotta’ non riesce a fermare la capolista Florentia

Il nuovo anno inizia con una sconfitta per la Grifo Perugia, dopo una gara intensa ed entusiasmante giocata ad armi pari con la prima della classe, la capolista Florentia.

Il 3-2 rimediato tra le mura amiche del “comunale” di San Sisto, dopo una prova sicuramente di carattere e grinta, pone però quasi la parola fine alle ambizioni di terzo posto delle biancorosse, comunque molto volenterose e determinate nel cercare il risultato contro una squadra sicuramente più esperta e tecnica.

La Grifo Perugia chiude così il girone d’andata con 16 punti in nona posizione. Dopo un turno di riposo, Ceccarelli e compagne torneranno a giocare sempre in casa contro il fanalino di coda Pisa, match che non si potrà proprio toppare.

CRONACA

Il tecnico Belia schiera le sue con l’ormai consueto 3-5-2. In porta c’è la giovanissima Cerasa a sostituire una Bayol in non perfette condizioni. Ceccarelli e Giulia Fiorucci i due riferimenti d’attacco.

Le ospiti mettono subito paura alla Grifo con un suggerimento rasoterra in area che fortunatamente non trova alcuna deviazione sottoporta. Ma è solo il preludio al vantaggio toscano.

Al 16esimo Vicchiarello fa tutto da sola ed entra in area dopo aver disorientato la difesa umbra. Il destro mette fuori causa Cerasa. Florentia in vantaggio.

La Grifo Perugia rischia di andare nel pallone quando Cerasa sbaglia il rinvio, ma le fiorentine non ne approfittano.

Le padrone di casa si fanno però sempre più tambureggianti peccando solamente negli ultimi passaggi.

Alla mezz’ora arriva il meritato pareggio delle Grifoncelle: Ceccarelli sfrutta un assist al contagiri e a tu per tu con Leoni pareggia i conti. Il gioco però è fermo: l’assistente di Fantozzi di Civitavecchia segnala un fuorigioco tuttavia inesistente. Il primo ufficiale, dopo un veloce confronto con il collega, convalida la rete. 1-1 e pareggio ampiamente meritato per la grinta messa in campo.

Poco più tardi il Florentia ha una doppia occasione: prima con Nocchi che si libera al tiro ed esplode una conclusione potente di poco fuori rispetto al primo palo, poi su azione convulsa dove a porta sguarnita Rosmini in scivolata salva una rete già fatta.

Nel minuto di recupero concesso dal fischietto laziale, Cerasa si supera dopo colpo di testa su corner. Il giovane portiere biancorosso prende così fiducia.

La ripresa si apre con un cambio tra le fila della Grifo: Monetini rileva una malconcia Accettoni, autrice di un gran primo tempo.

Ed è proprio Monetini ad avere la palla del possibile 2-1: da terra in scivolata trova l’efficacie opposizione di Leoni.

Il Florentia risponde al 53esimo con Aliaj che da fuori area coglie una clamorosa traversa.

Un minuto più tardi arriva il secondo vantaggio delle toscane: il tiro a giro di Lotti, preciso ma poco potente, non trova l’opposizione di Cerasa che battezza la palla fuori. 2-1.

La Grifo non desiste e si tuffa anima e corpo alla ricerca del 2-2, anche se con un po’ troppa foga e confusione.

Gli sforzi sono comunque premiati. Dopo un ‘occasione d’oro sciupata dal Florentia, Tuteri indovina il tiro della domenica. Da distanza siderale la numero 7 trova una traiettoria velenosa che beffa Leoni. Pareggio Grifo.

Le ospiti tornano così ad attaccare a testa bassa alla ricerca del terzo vantaggio che arriva al 63′ minuto. Serluca, appena subentrata, pasticcia sulla trequarti biancorossa e regala la sfera alle ‘gigliate’. Nocchi viene splendidamente servita e ringrazia con un bolide che si infila sul secondo palo. 3-2.

Da quì in poi le ragazze di Belia vanno in confusione e non riescono a riorganizzare una reazione degna di essere chiamata tale. Peccato, perchè al triplice fischio, nonostante una sconfitta comunque preventivabile, la prestazione delle Grifoncelle rimane comunque buona almeno sotto il profilo dell’agonismo.

INTERVISTE

Noemi Monetini, centrocampista della Grifo Perugia:

“Oggi c’è rammarico perchè la prestazione è stata buona, ma il riisultato ci punisce ancora. Contro il Florentia abbiamo messo in campo tutte le armi a nostra disposizione ma non è bastato. Nel finale si poteva fare qualcosa in più, ma la nostra prova rimane positiva. Ora dobbiamo onorare il campionato partita per partita cercando di ripetere questo tipo di prestazione.”

Valentina Belia, tecnico della Grifo Perugia:

“Oggi non posso dire niente alle mie ragazze. Hanno mostrato carattere e grinta. Chiaramente il Florentia ha dimostrato di meritare il primo posto ed appena ha potuto ci ha punite. Dispiace, ma dobbiamo ripartire dalla prestazione di oggi.”

Valentina Roscini, presidente della Grifo Perugia:

“Oggi sono davvero contenta di quello che hanno fatto vedere in campo le nostre ragazze. Chiaramente non posso dire di essere soddisfatta del risultato, ma quello, contro la capolista, ci può stare. Noi giochiamo anche con ragazze dal 2000 in giù, come ad esempio il portiere Cerasa che oggi ha fatto bene e Silvioni. Questo perchè vogliamo una crescita totale della nostra rosa e posso dire che dalle più giovani sono arrivate risposte confortanti. Ora dobbiamo ripetere la prestazione di oggi: contro il Florentia i punti non sono arrivati, ma con squadre più abbordabili, giocando così, ci possiamo togliere soddisfazioni.”

GRIFO PERUGIA – CF FLORENTIA 2-3 (1-1)

GRIFO PERUGIA: (3-5-2) Cerasa; Alessi (26′ st Bianconi), Fiorucci C., Ferretti; Rosmini (16′ st Serluca), Brozzetti, Silvioni, Tuteri, Accettoni (1′ st Monetini); Fiorucci G. (29′ st Pellegrino), Ceccarelli (34′ st Piselli). A disp.: Bayol, Bylykbashi. All.: Belia

CF FLORENTIA: Leoni, Baroni, Tona, Ceci, Rodella, Aliaj (24′ st Bonaiuti), Vicchiarello, Lotti, Pompignoli (14′ st Mazzella), Gnisci (14′ st Abati), Nocchi (38′ st Hjohlman). A disp.: Schiavone, Valgimigli, Pecchia.

RETI: 16′ pt Vicchiarello (F), 30′ pt Ceccarelli (GP), 9′ st Lotti (F), 17′ st Tuteri (GP), 19′ st Nocchi (F)

ARBITRO: Flavio Fantozzi di Civitavecchia (Salari-Giugliarelli)