Fallisce il sorpasso sulla squadra pugliese

Brutta la ripresa della Grifo che nei minuti di recupero si fa raggiungere
19 aprile 2010 / PRIMA SQUADRA
Fallisce il sorpasso sulla squadra pugliese

Il Francavilla si presenta in Umbria con un punto di vantaggio sulla Grifo. Le pugliesi infatti hanno scavalcato le perugine in classifica, scalzandole dal quarto posto, domenica scorsa vincendo e sfruttando al meglio il pareggio delle biancorosse contro l’ Upea. La partita si annuncia interessante. Bomber Mortolini è assente perchè appiedata dal giudice sportivo, cosi Scapicchi decide di lanciare Spapperi dal primo minuto al fianco della rientrante Pugnali, reduce insieme a Pederzoli dalle fatiche in nazionale. La Grifo parte bene, si vedono buone trame in mezzo al campo che portano spesso gli attaccanti in buona posizione di tiro. E’ Pugnali ad avere la prima grande occasione del match, ma servita ottimamente in profondità temporeggia troppo e alla fine spara addosso al portiere ospite. Le ragazze in biancorosso continuano la pressione e trovano cosi il vantaggio. Fiorucci si destreggia bene in mezzo a tre avversarie, e trova con lucidità un passaggio filtrante ancora per Pugnali, l’ attaccante questa volta prende la mira e con un’astuta “puntata” mette il pallone dove nessuno può arrivare. 1 a 0. Il Francavilla cerca la reazione ma si rende pericoloso solo con un paio di punizioni che non sortiscono effetti nonostante mischie davanti a Roscini. Squadre al riposo. La Grifo però quest’ oggi nella seconda frazione non è la stessa di sempre. L’ inserimento della terza punta da parte del mister del Francavilla e un pò di stanchezza mentale portano la compagine biancorossa ad abbassarsi troppo e rimanere sovente a protezione dell’ area di rigore senza riuscire mai a ripartire e a rendersi pericolosa con ripartenze di contropiede. Con il passare dei minuti il Francavilla prende campo e si rende pericoloso in più di una circostanza. Roscini è costretta a respingere diversi tiri e a salvarsi spesso con l’ aiuto con le compagne del reparto difensivo. La barricata resiste agli assalti fino al terzo minuto, dei quattro, di recupero. Punizione dal limite, tutta la squadra pugliese è all’ interno dell’ area di rigore avversaria compreso il portiere. Tiro verso la porta, Roscini respinge ma il pallone termina proprio sulla testa del portiere ospite che colpisce e indirizza la palla verso l’ angolino basso, si avventano in tre sul pallone ma la più lesta è il difensore pugliese che anticipa Bianchi e Parise e devia la palla sotto la traversa. E’ il pareggio, anche questa volta la fortuna si gira dall’ altra parte e decide di non fare l’ occhiolino alla Grifo che cosi si deve accontentare di un punto che non permette di portarsi di nuovo davanti al Francavilla in classifica.